Profilo

Profilo

Ogni Costruzione diventa il simbolo e l’espressione di un’epoca.
Ogni Progetto è ricerca.

Gianluca Falcinelli

Nasce a Roma nel 1969 e si laurea nel 1996 con il massimo dei voti e lode presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze.
Svolge servizio sostitutivo di leva presso la Soprintendenza ai Beni Ambientali, Architettonici, Artistici e Storici dell’Umbria, con sede a Perugia, mantenendo ottimi rapporti di collaborazione. Tra gli incarichi, da menzionare l’esecuzione di rilievi architettonici nella chiesa di San Francesco al Prato a Perugia e l’aggiornamento di 34 edifici vincolati umbri, per la realizzazione di una catalogazione informatizzata degli stessi.
Nel 1998 si iscrive all’Ordine degli Architetti della Provincia di Perugia, mentre dal 1997 inizia la collaborazione con lo studio Alfio Barabani Architects, maturata nel 2004 in “Società d’Architettura srl” e conclusasi a luglio 2009.

Nello stesso anno apre uno Studio di Architettura.

Le diverse esperienze nel campo delle ristrutturazioni e non solo, maturate negli anni, hanno stimolato una certa sensibilità storica/artistica e contribuito ad identificare una precisa idea di “recupero”. Il restauro in quanto tale di una struttura deve limitarsi a ciò che di essa è ancora visibile, mentre fondamentale risulta l’integrazione con il nuovo, attraverso un’accurata ricerca soprattutto nell’uso dei materiali.
Il “nuovo” costruito, invece, parte da un “confronto” necessariamente con il passato. Una ricerca fatta di materiali, di tipologie costruttive, di sensazioni e di obiettivi. Ricerca del giusto connubio tra edificio e paesaggio, tra edificio e luogo, analizzando scrupolosamente il contesto naturale che assume sempre un grande significato.

Altre professionalità

Legate soprattutto al mondo della terra e della viticoltura. Nel 2017 ha conseguito il titolo di Sommelier presso l’AIS (Associazione Italiana Sommelier) e nel 2018 è diventato Degustatore Ufficiale AIS.

Hobby

Le due ruote, la musica e la pittura utilizzando diverse tecniche, dalla matita all’acquerello. Nel 2017 consegue menzione di merito al Concorso “Libera l’arte” organizzato dalla MANINI PREFABBRICATI.

Gianluca Falcinelli Architetto

Filosofia

La semplicità di ogni linea tracciata si fa espressione delle complessità del pensiero e della fantasia umana.

Le “forme” disegnano la base di un progetto e ogni elemento architettonico assume un sorprendente senso di movimento, creando tensioni emotive. Lo spazio acquista così dimensione, senso e forma.
Il “dettaglio” diventa carattere distintivo, in grado di creare atmosfere uniche.
La “luce” diventa punto essenziale: scandisce e movimenta lo spazio, in un delicato equilibrio di elementi accostati con cura e sapienza.

Quadrati, rettangoli, curve e parallelepipedi non sono solo segni, ma espressione qualificante della società contemporanea, lo specchio architettonico e decorativo della psicologia umana.

Questi modelli risentono dell’influenza di illustri architetti, quali Terragni, Le Corbusier fino a Piano, maestri di estrema pulizia e linearità. Sensibilità e armonia guidano ogni scelta e le “scatole primitive” assumono forme nuove legate al luogo e alla loro funzionalità, senza mai perdere l’idea di partenza.
A volte si manipola il “contenitore” per cercare i significati più nascosti: su questo la mano interviene con soluzioni creative.